Le abitudini alimentari padovane nel Settecento

Padova, Via Altinate - Centro Culturale San Gaetano

21 gennaio, 2016 - Incontro

rivoluzione_agricola

Francesca Fantini d'Onofrio, direttrice dell'Archivio di Stato di Padova, illustra, anche con la proiezione di immagini di documentazione originale, la cosiddetta rivoluzione agricola che, nel Settecento, si attua a Padova con la diffusione delle coltivazioni del riso, del grano saraceno, del mais e della patata. Il mais diventa l’alimento principale delle famiglie contadine e dei ceti umili della città, mentre nella dieta del ceto medio-alto aumenta il consumo di carne bovina, ovina, suina e avicola.
Tra le abitudini alimentari padovane trova sempre più spazio il consumo del pesce conservato, a discapito di quello fresco ostacolato dalle problematiche del trasporto. Il sistema commerciale padovano si organizza in difesa della produzione locale controllando le importazioni dai territori limitrofi.
Un ruolo importante viene svolto dalle Corporazioni (Fraglie) e dalle Istituzioni pubbliche preposte alla verifica sulla provenienza e qualità dei cibi.

Evento collaterale nell'ambito di FOOD | la scienza dai semi al piatto, la grande mostra interattiva sul cibo aperta al pubblico fino al 28 febbraio 2016 al Centro culturale Altinate San Gaetano di Padova.

Giovedì 21 gennaio 2016 - ore 18,00
Evento ad ingresso libero.

Vai alla ricerca